Mai sottovalutare l’importanza del tuo lavoro

Autore: Daniele Gallina

Non essere connessi non significa perdere fatturato, ma vite umane

“Siamo connessi al Sistema Sanitario Nazionale di conseguenza accogliamo anche le chiamate del 118, per noi non essere connessi non significa perdere fatturato, ma vite umane!”

Quando ci siamo sentiti dire queste parole da un nostro potenziale cliente, un ospedale privato con alcune sedi distribuite tra le province di Verona e Rovigo, abbiamo capito subito che l’unica cosa da fare era dare il meglio di noi!

Lo scopo della struttura sanitaria era di fornire servizi online per i propri clienti, dai referti online all'agenda elettronica per reparto, così da ridurre il carico di lavoro del centro prenotazioni e offrire un servizio migliore ai pazienti. La mole di dati interessata però deve essere sincronizzata tra le filiali così da garantirne l’accessibilità e l’integrità anche nel caso in cui una delle strutture subisse dei disservizi.

È qui che entra in gioco l’importanza della connessione. Se la sede principale era infatti servita in modo adeguato, con una Fibra Ottica “in site” (in gergo FTTH, Fiber To The Home), nelle sedi periferiche erano presenti delle linee dati alquanto scarse nonostante fossero dichiarate sempre come Fibra (in questo caso FTTC, ovvero la fibra arriva “alla cabina esterna”). Risultato? Appena queste venivano sovraccaricate subivano un forte degrado che, di fatto, impediva di completare l’attività, compromettendo nel contempo anche l’operatività della struttura.

Dotare le sedi periferiche di fibra ottica “in site” presentava dei costi di attivazione davvero considerevoli (nell’ordine delle decine di migliaia di euro) dovuti alla necessità di effettuare uno scavo lungo circa un chilometro, un budget ben oltre le possibilità della struttura.

Come se ciò non bastasse, il cliente si trovava a dover valutare le offerte più variegate, alcune delle quali recanti diciture alquanto fantasiose che nascondevano, di fatto, l’unica opzione disponibile agli operatori principali ad un costo accettabile, ovvero collegare la struttura con un doppino di rame alla cabina fronte strada, che a sua volta è collegata in Fibra (e la chiamano Fibra….).

Anche noi, intendiamoci, siamo in grado di fornire lo stesso tipo di prodotto (che per alcune realtà è più che adeguato), come avremmo potuto raccontare al cliente che l’unica soluzione fosse scavare, per un chilometro, lottando sul prezzo con gli altri competitor. Ma non è il nostro stile!

La nostra risposta è stata dotare il cliente di una tecnologia tanto semplice quanto efficace (se implementata nel modo giusto). Abbiamo così attivato dei ponti radio WiFiber, riuscendo così a rispettare il budget del cliente ed offrire performance ben al di sopra delle aspettative.

E se qualcuno mette in dubbio l’affidabilità del ponte radio? Beh, noi rispondiamo con il monitoraggio di tutta la rete H24, tempi di intervento entro 4 ore, grazie alla rete distribuita di partner Connetical, e delle soluzioni tecnico/economiche ad hoc per ottimizzare i costi aziendali e liberare risorse economiche da dedicare al servizio internet.

Per questo siamo stati scelti e per questo, ancora una volta, abbiamo potuto mettere in gioco le nostre capacità, la nostra professionalità e la nostra cura nel metterci dalla parte di un cliente. Ma non solo, abbiamo scoperto l’importanza di fornire servizio a chi, come lui stesso ci ha detto, ha uno scopo ancora più alto del fatturato ma che, proprio per questo, non può permettersi di sprecare denaro.

Desideri maggiori informazioni su questo argomento?

Stefano e il nostro team di esperti e` a Vostra disposizione. Compila i seguenti campi con la tua richiesta.

Nome

Telefono
E-mail:
Messaggio: