Una questione di linea…FTTC

Autore: Daniele Gallina

Quando paghi per qualcosa e la fornitura dei prodotti o dei servizi è incompleta, perdi tempo, denaro e spesso anche la pazienza.

Finché è un viaggio la cosa passa, ma quando ne va dell’attività di un’azienda, la questione comincia a farsi seria, soprattutto se chi ti ha venduto la linea ti ha illuso con le parole.

Alla fine, dopo le mille peripezie del viaggio, sei arrivato a destinazione. Finalmente puoi goderti il tanto agognato soggiorno, rilassandoti tra le meravigliose colline toscane con il pacchetto all inclusive acquistato, che comprende soggiorno, cena e ingresso spa.

Prezzo pieno, pancia (semi)vuota

Arrivi e l’ospitalità è da mille e una notte, ma questo lo sapevi già, ci sei stato più e più volte e quando ti dirigi in Toscana, quella è la tua tappa fissa. Al momento del check-in però, scopri che quell’agriturismo adesso offre solo alloggio e colazione, e da un po’ di tempo, a quanto ti dicono i titolari. E la cena? Ma sul sito non c’era scritto che quel prezzo comprendeva anche la cena?

Eppure non c’è verso, ti mostrano la brochure con prezzi e servizi aggiornati e ti senti ovviamente preso per i fondelli. Ma vuoi comunque goderti il soggiorno, non sei venuto qui per urlare, sbraitare e agitarti. Chiedi cosa si può fare e loro ti propongono una convenzione con un locale della zona, dal prezzo talmente alto che ti chiedi se sia un ristorante stellato. 

Chi cerca trova… la soluzione

Dopo tanta sfortuna, arriva però anche la botta di fortuna. Vieni a conoscenza che a pochi chilometri dall’alloggio c’è una delle migliori trattorie/osterie della provincia, alta qualità e bontà assicurata, a prezzi piuttosto contenuti. Ecco finalmente la soluzione, ora hai tutto per godere il tuo meritato soggiorno, a parte qualche soldo in meno per l’inconveniente. 

Sei contentissimo, perché riempirai la pancia di prelibatezze del territorio e allo stesso tempo hai un diavolo per capello, perché il tuo agriturismo di fiducia, ti ha venduto un servizio incompleto. Tutto sommato però, poteva anche andare peggio.

Quando paghi per qualcosa e la fornitura dei prodotti o dei servizi è incompleta, perdi tempo, denaro e spesso anche la pazienza. Finché è un viaggio la cosa passa, ma quando ne va dell’attività di un’azienda, la questione comincia a farsi seria.

 

Un’esperienza (parzialmente) indigesta

Proprio quello che è successo a un nostro cliente. Lui è sempre stato fedelissimo cliente TIM e per il suo nuovo ufficio ha fatto installare una linea Business FTTCab 30 Mbit/s in download e 3 Mbit/s in upload, con un canone mensile di 150 €. Tutto funziona regolarmente secondo i parametri dello speedtest.

L’esperienza insegna che è l’operatività la vera prova del nove. Anche fino all’acquisto del soggiorno, sembrava, in fin dei conti, tutto regolare. Bisogna scontrarsi però con la realtà.

È bastata una sincronizzazione con One Drive di Office 365 per rilevare problemi nella linea. I dati da caricare sul Cloud pesavano qualche GB, la linea andava a intermittenza fino a massimo 100 Kb/s. 100 MB in un’ora! Ma che servizio è? Non possiamo nemmeno fare una normale sincronizzazione? Il “pacchetto” venduto sembra incompleto, ma il cliente l’ha pagato per intero!

La prima cosa da fare è chiamare e chiedere una soluzione del problema. Ma la proposta che arriva dal commerciale è una linea più potente (100 Mb/s in download) al doppio del prezzo.

Cosa se ne fa il cliente? Perché dovrebbe spendere così tanto?

Basta avere il servizio giusto, non serve un ristorante stellato, in fin dei conti avevamo una cena in agriturismo con specialità del luogo nel nostro pacchetto.

Connetical vede e provvede!

Le soluzioni richiedono un’acuta ricerca, competenza e magari una notte che porta il giusto consiglio. Il nostro tecnico in effetti ha trovato la trattoria con specialità del luogo che cercavamo: ha configurato una VPN in maniera che il cliente invece di uscire attraverso la rete TIM sul server di Microsoft Office, esce tramite rete Connetical, come fosse una linea di backup (Dio benedica le Linee di backup per connettività aziendale!) 

Certo, non è un ristorante stellato, la soluzione infatti non è ottimale, perché su 3 Mb di upload, c’è un 300 Kb di overhead, arrivando a 2,7 Mb. Comunque il cliente è visibilmente soddisfatto, le specialità della trattoria gli hanno riempito la pancia e deliziato il soggiorno: mettendo a sincronizzare il client, le performance si attestano a 2,5 Mb costanti.

Soddisfatto, ma anche comprensibilmente inca… E come non esserlo, dato che un servizio zoppo pagato per intero, ha richiesto l’intervento di un operatore esterno per farlo funzionare. E per fortuna che c’era il nostro tecnico! Altrimenti la cena sarebbe stata cara e… indigesta.

Desideri maggiori informazioni su questo argomento?

Stefano e il nostro team di esperti e` a Vostra disposizione. Compila i seguenti campi con la tua richiesta.

Nome

Telefono
E-mail:
Messaggio: